Il Liceo Euclide in Europa. Una panoramica delle attività

Go to the English version

Il Liceo Euclide di Cagliari è nato nel 2005 e quell’anno contava sei classi: due del Liceo classico e quattro dello Scientifico. Oggi, all’inizio del suo settimo anno di vita, l’Euclide è una scuola di 35 classi e oltre 700 studenti. Fin dai primi anni il nostro Liceo ha intrapreso una intensa attività per quanto riguarda la partecipazione a progetti di scambio con scuole europee, sia nell’ambito Comenius, sia con progetti gestiti autonomamente dalle singole scuole.

Sempre all’interno del programma Comenius il Liceo Euclide ha ospitato insegnanti madrelingua provenienti da diversi Paesi europei. Ancora, si è cercato di favorire lo sviluppo della professionalità degli insegnanti, di lingua straniera e di altre materie, attraverso la partecipazione di alcuni di essi a corsi di formazione all’estero promossi e finanziati dalla Comunità Europea.  Il liceo Euclide ha partecipato ai seguenti progetti di scambio: 2007 – progetto multilaterale “Steady European development of my school. Past, present, future”. 2007 – progetto bilaterale “Nature and enviromental awareness in Mediterranean Area” 2008 – progetto multilaterale “Water, a source of life” 2009 – scambio bilaterale “ Why we want to be European” – gestito autonomamente dal Liceo     Euclide a dalla scuola SSGN di Nejmegen, Olanda. 2010 – progetto multilaterale “How to avoid crimes and being offended on the Internet” Negli anni scolastici 2006/2007 e 2007/2008 il nostro Liceo ha avuto la collaborazione di assistenti linguistici provenienti da Francia e Danimarca. Negli anni scolastici compresi tra il 2006 ed il 2010, alcuni insegnanti del Liceo hanno partecipato a corsi di formazione all’estero. I Paesi europei con i quali il nostro Liceo ha realizzato i diversi progetti sono: Francia, Spagna, Germania, Olanda, Turchia, Finlandia, Lituania, Polonia, Croazia, Romania, Bulgaria.

 Il progetto multilaterale 2010/2012

 Diamo qui qualche notizia più dettagliata sul progetto multilaterale in corso (2010-2012) “How to avoid crimes and being offended on the Internet” che, oltre al Liceo Euclide, coinvolge altre quattro scuole provenienti dalla Polonia, dalla Romania, dalla Croazia e dalla Turchia. Il progetto è coordinato dal Liceo Statale “Nicolò Copernico” di Bielsko-Biala, in Polonia. Fino ad oggi sono state realizzate tre visite di progetto, in Polonia (Ottobre 2010), in Croazia presso la scuola “Gimnazija Matita Mesić” di Slavonski Brod (febbraio 2011), da noi a Cagliari (Aprile 2011). In ciascuna delle visite si sono svolte riunioni tra gli insegnanti che lavorano al progetto, conferenze su argomenti collegati a Internet, incontri tra tutti i partecipanti durante i quali gli studenti hanno mostrato i molti lavori realizzati in relazione al tema del progetto o riguardanti cultura, storia, tradizioni e ambiente naturale dei rispettivi Paesi. Inoltre, studenti ed insegnanti hanno partecipato, in ciascun Paese, a varie escursioni di carattere culturale o paesaggistico, di notevole interesse per la conoscenza reciproca dei diversi Paesi e delle Regioni dalle quali gli studenti provengono. Per quanto riguarda il nostro Liceo, i gruppi che hanno partecipato alle visite all’estero erano formati da due insegnanti e da un numero di studenti variabile da quattro a sei. Gli studenti coinvolti nelle visite e nelle attività collegate sono 22, appartenenti a classi diverse, ma il progetto ha coinvolto anche intere classi nella realizzazione di attività connesse al progetto stesso. L’argomento centrale del progetto è la conoscenza dei reati che si possono commettere usando la Rete e la prevenzione delle aggressioni alle quali si è esposti quando si naviga nel Web e ancora, più in generale, lo sviluppo delle conoscenze riguardanti il vastissimo mondo di Internet. La maggior parte delle numerose attività che gli studenti sono stati chiamati a realizzare hanno per obbiettivo l’incremento della consapevolezza nell’uso della Rete e delle risorse che questa mette a disposizione dei giovani.

Uno sguardo alle attività… 

Ad ogni attività di studio e di ricerca è associata la produzione di materiali quali:

  • redazione e pubblicazione di articoli
  • preparazione di presentazioni multimediali
  • realizzazione di video, con riprese e montaggio realizzati dagli studenti
  • realizzazione, distribuzione e analisi di vari tipi di questionari riguardanti l’uso di Internet
  • resoconti, in forma multimediale e testuale, di una visita ad un’azienda locale produttrice di servizi Internet e di una intervista ad un esperto di pirateria informatica
  • pubblicizzazione delle attività del progetto mediante manifestazioni tenute nelle scuole
  • distribuzione sul territorio di materiali (posters e brochures) relativi al tema del progetto

Accanto alle attività strettamente legate al tema specifico, ne sono state svolte molte altre, come è consuetudine in ogni progetto Comenius di scambio tra scuole europee, riguardanti la conoscenza reciproca delle culture nazionali e locali all’interno delle quali si svolge la vita dei partecipanti, anche in questo caso con la produzione e lo scambio di materiali simili a quelli realizzati sugli argomenti specifici legati al tema principale.

…e ai risultati

 Riguardo ai risultati che un progetto come quello descritto favorisce, da un punto di vista didattico, si può affermare che alcuni dei più importanti sono:

  • lo sviluppo della capacità degli studenti di lavorare in modo coordinato e cooperativo
  • lo sviluppo delle capacità di ricerca (anche attraverso l’uso appropriato di Internet)
  • l’incremento dell’abilità nell’uso delle tecnologie educative e informatiche
  • il miglioramento delle abilità linguistiche
  • lo sviluppo delle capacità di analisi e di sintesi
  • la consapevolezza della dimensione europea della propria identità culturale
  • lo sviluppo di capacità di adattamento e di comunicazione, in senso generale

I questionari di monitoraggio distribuiti a studenti e genitori ed i colloqui che gli insegnati coinvolti hanno avuto con i genitori stessi, hanno fornito risposte positive in merito al grado di soddisfazione sulla partecipazione al progetto, nel quale le famiglie degli studenti sono state coinvolte sia nell’ospitare gli studenti delle scuole estere, sia nella collaborazione ad alcune delle attività.  Un nuovo progetto Comenius  Concludiamo con la notizia riguardante l’approvazione, lo scorso Luglio, di un nuovo progetto multilaterale al quale il Liceo Euclide prenderà parte come scuola partner. Il titolo del progetto è Challenges of eco-citizenship In Europe. Il progetto ha per tema lo sviluppo sostenibile e il miglioramento del grado di consapevolezza riguardo alla necessità di comportamenti “sostenibili”. Gli aspetti culturali del progetto riguardano tanto l’ambito scientifico (elementi di Biologia ed Ecologia) quanto quello filosofico, etico ed artistico in relazione alla responsabilità che ciascun essere umano ha di comportarsi in modo “sostenibile” nei confronti dell’ambiente naturale e dei propri simili.                                    Marco Pani – coordinatore del progetto per il Liceo Euclide